Edizioni People & Humanities

Edizioni People & HumanitiesPeople & Humanities è una casa editrice con sede a Palermo. Attraverso il lavoro la persona esprime e pone in relazione gli ideali di bene e bellezza che la costituiscono. Questo giudizio è al centro del percorso editoriale portato avanti per farne condivisione aperta al confronto secondo il fondamentale principio della libertà e nel rispetto di culture e visioni del mondo.

La casa editrice parteciperà al festival con i seguenti eventi:

Giovedì 7 giugno

Ore 18:00 | Pozzo arabo
Presentazione del libro
La parola a Mazzini. Una critica democratica del liberalismo
di Michelangelo Ingrassia
Edizioni People & Humanities
Intervengono: Mauro Buscemi, Gandolfo Librizzi
Sarà presente l’autore

Di fronte ad un attacco senza precedenti dell’individualismo e del neocapitalismo contro tutti i legami sociali, di fronte al triste tramonto delle caratteristiche dialogiche e partecipative della democrazia, l’idea di democrazia di Giuseppe Mazzini, la sua polemica contro il liberalismo, rappresentano una straordinaria risorsa per andare incontro al futuro.

Sabato 9 giugno
Ore 11:00 | Pozzo arabo
Presentazione del libro
Nel segno di Palermo.
Conversazioni tra scatti, miti e punti di vista
di Carlo Baiamonte
Edizioni People & Humanities
Intervengono: Paola Campanella, Aldo Carano e Claudio Di Dio
Modera: Mauro Buscemi
Sarà presente l’autore

Attraverso quindici interviste a fotografi freelance si mettono a fuoco i caratteri estetici della città e i modi in cui viene veicolata la sua immagine all’esterno, senza trascurare aspetti di fotografia sociale e urbana. Con l’introduzione di Carlo Baiamonte, la prefazione di Daniele Billitteri e i contributi di Giovanni Mannarano, Vincenzo Mantegani e Aldo Carano.

Domenica 10 giugno
Ore 16:30 | Al Paride
Presentazione del libro
Una lingua non basta. Contributi su poesia e infanzia
di Margherita Rimi
Edizioni People & Humanities
Intervengono: Antonino Cangemi, Rosaria Nardello, Maria Giuseppina Terrasi
Modera: Mauro Buscemi
Sarà presente l’autrice

Margherita Rimi ci racconta nel libro quanto il suo lavoro con i bambini sia fonte di ispirazione per una scrittura che tocca anche svariati argomenti, ma che non prescinde mai da una continua ricerca di “verità”. Una ricerca di verità profonda che diviene anche bellezza.